Auto elettriche: Volkswagen ha l'impianto più grande in Europa

Con la produzione dell'ultima auto a benzina, l'impianto di Volkswagen a Zwickau diventa il più grande in Europa destinato alle vetture elettriche

Volkswagen

Volkswagen batte tutti sul fronte della produzione di vetture elettriche in Europa. La società, che ormai da qualche tempo ha concentrato i suoi sforzi verso questa tecnologia, ha infatti annunciato di essere in possesso dell'impianto più esteso nel Vecchio Continente. Si tratta della struttura di Zwickau, dove venerdì è stata terminata l'ultima vettura a combustibile del colosso.

L'ultima auto a benzina prodotta nell'impianto è una Golf R Station Wagon, ora l'impianto verrà completamente destinato all'elettrico. Si tratta di una struttura strategica per il gruppo tedesco, considerando come sia attivo da oltre 100 anni per diversi automaker. Volkswagen si è definitivamente stabilita a Zwickau nel 1990 e, da allora, ha realizzato 6.049.207 vetture.

Con il cambio di rotta di Volkswagen, l'impianto in questione diventa il più grande in Europa per la produzione di auto elettriche. Un primato che tuttavia potrebbe non essere confermato a lungo, visto che in arrivo vi è anche la Gigafactory di Tesla nei dintorni di Berlino. Questo impianto vedrà una dimensione di 3 milioni di metri quadrati, quasi il doppio di Zwickau.

Volkswagen ha investito 1.2 miliardi di euro per la conversione della struttura, affinché possa essere completamente destinata all'elettrico. In totale, saranno 8.000 le persone che lavoreranno su queste linee di produzione, personale oggi sottoposto a corsi di formazione sulla sicurezza e sulle caratteristiche delle vetture elettriche.

Come già anticipato, la società è sempre più lanciata sul fronte della mobilità sostenibile, dove sta investendo ingenti somme di denaro. Il tutto con una buona risposta da parte del mercato e dei consumatori: la nuova VW ID.3, ad esempio, ha raccolto ben 1.500 vendite soltanto nella sua fase di preordine. La gara verso l'elettrico, di conseguenza, è ormai cominciata fra tutti gli automaker mondiali.

Fonte: The Next Web

  • shares
  • Mail