Uber si convertirà alle auto elettriche

Uber ha deciso di convertirsi alle auto elettriche: la sua flotta sarà al 100% a batteria entro il 2030, in Europa, Stati Uniti e Canada.

Uber

Uber è sempre più determinata nel convertire la sua flotta all'elettrico. L'azienda ha infatti dichiarato di voler investire 800 milioni di dollari per aiutare gli autisti a dotarsi di vetture a zero emissioni, per raggiungere l'obiettivo del 100% elettrico entro il 2030. Per farlo, la società stringerà anche delle specifiche partnership con i produttori, affinché l'accesso alle vetture sia calmierato per i tanti driver del servizio.

Il progetto è stato annunciato con entusiasmo dalla società, pronta a sostenere misure sempre più efficaci di mobilità sostenibile. Così ha spiegato Dara Khosrowshahi, chief Executive di Uber:

È nostra responsabilità, come piattaforma di mobilità più grande al mondo, affrontare con più determinazione il cambiamento climatico. Sebbene non siamo i primi a scegliere obiettivi ambiziosi per la transizione all'elettrico, vogliamo essere i primi a raggiungere questo traguardo.

Man mano che le auto elettriche saranno rese disponibili agli autisti, i clienti potranno espressivamente esprimere questa scelta in fase di prenotazione della corsa. Per circa un dollaro in più a chiamata, potranno infatti optare per un tragitto in auto elettrica oppure ibrida.

L'obiettivo della flotta al 100% elettrica, così come già accennato, verrà raggiunto entro il 2030 negli Stati Uniti, in Europa e in Canada. L'azienda conta di estendere questo importante traguardo al resto del mondo entro il 2040. Per incentivare la transizione, non solo i guidatori otterranno sconti per l'acquisto di una vettura elettrica, ma potranno approfittare di guadagni più elevati per singola corsa.

William Todts, direttore esecutivo di Transport & Environment, ha così commentato l'iniziativa di Uber:

L'impegno di Uber per rendere elettrica la sua flotta nelle maggiori città europee è una buona notizia. Ora è giunto il momento affinché i sindaci delle città europee dimostrino la loro leadership. Abbiamo bisogno che le principali città d'Europa introducano delle zone a zero emissioni, più piste ciclabili e corridoi esclusivamente dedicati ai ciclisti, provvedendo al contempo a un migliore accesso ai servizi di ricarica a casa, al lavoro e in ogni parcheggio.

Fonte: BBC

  • shares
  • Mail