Seguici su

Auto Elettriche

Auto elettriche: in arrivo il bonus da 3.500 euro per la conversione?

Un emendamento al Decreto Agosto potrebbe introdurre un bonus per la conversione di vecchie vetture all’elettrico, tramite i kit di retrofit.

Ricarica elettrica

Gli appassionati di auto elettriche potrebbero presto approfittare di un nuovo incentivo. È quanto suggerisce Il Sole 24 Ore, nel rendere nota la possibile introduzione di un inedito bonus: quello di 3.500 euro per la conversione di vecchie vetture. L’iniziativa proviene da un emendamento depositato dal M5S al Decreto Agosto, al momento al vaglio della Commissione Bilancio del Senato. Se dovesse entrare in vigore, i guidatori potrebbero avere un ragione in più per sposare la mobilità sostenibile.

Così come riferisce il quotidiano, l’emendamento in questione prevede un bonus fino a 3.500 per la predisposizione di sistemi di riqualificazione e conversione elettrica, dedicati a veicoli originariamente con motore a combustibile. Il contributo sarebbe previsto per tutte le conversioni con successiva nuova immatricolazione, entro il 31 dicembre del 2021.

Il bonus riguarda il 60% dei costi sostenuti per la conversione, sia per le auto a uso privato che per i veicoli commerciali leggeri. Ancora, comprende un’agevolazione sempre al 60% sulle imposte di bollo e l’iscrizione al PRA.

Come facile intuire, l’incentivo si riferisce esplicitamente al cosiddetto retrofit, ovvero alla trasformazione di un veicolo a combustibile già immatricolato a uno completamente a propulsione elettrica. Il tutto grazie all’ausilio di appositi kit, purché a norma secondo le linee guida definite a livello di Motorizzazione già nel 2015.

Questi kit solitamente prevedono un pacco batterie, un’interfaccia di ricarica e un motore elettrico con convertitore di potenza. La potenza effettiva, l’autonomia e la velocità di ricarica dipendono dalla tipologia di kit prescelto. L’operazione, che deve essere eseguita da personale qualificato, prevede la rimozione del vecchio motore, del serbatoio, di marmitte e tubi di scappamento, del radiatore e del sistema di raffreddamento preesistente. L’installazione delle nuove componenti elettriche deve quindi avvenire affinché venga garantita la massima sicurezza alla guida, ad esempio con opportune protezioni a livello di batteria per evitare surriscaldamenti e minimizzare il rischio incendio. Al termine dei lavori, la vettura dovrà essere nuovamente sottoposta a immatricolazione.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa