Colonnine: accordo tra McDonald's ed Enel X

McDonald's ed Enel X stringono un accordo per installare colonnine di ricarica rapida in 200 località italiane.

McDonald's

L'auto elettrica si potrà presto ricaricare al fast food. Si potrebbe riassumere così l'accordo stretto tra McDonald's ed Enel X, per l'installazione di 200 postazioni per la ricarica delle vetture. Un progetto che coinvolgerà molte località italiane, con l'intento di rendere le colonnine sempre più accessibili alla popolazione.

La notizia viene confermata da Il Fatto Quotidiano, testata che sottolinea come l'accordo preveda l'installazione di stazioni per la ricarica veloce. McDonald's ed Enel X hanno infatti optato per le soluzioni "JuicePump”, in grado di garantire ricariche ultra-rapide, per un "pieno" di energia in pochi minuti. E in attesa che l'auto sia pronta per un nuovo viaggio, si potrà ovviamente approfittare dei menu dei punti ristorante, per rendere l'attesa più gradevole.

Sono già note le prime località dove le colonnine verranno installate: Desio, Eboli, Loreto, San Benedetto del Tronto, Ancona e Osimo, Piombino, Barberino di Mugello, San Bonifacio, Vignola, Alessandria, Quartu Sant'Elena e Firenze. In totale, così come già accennato, saranno 200 le postazioni di ricarica totali previste dal progetto.

Sempre Il Fatto Quotidiano sottolinea come il risparmio in termini di emissioni, garantito dalle auto elettriche e dall'uso di queste colonnine, sarà pari a 1.800 tonnellate di anidride carbonica, cioè 100.000 alberi.

L'universo delle auto elettriche sta vedendo una crescita senza pari in Italia, con settembre 2020 che ha rappresentato il record storico nelle immatricolazioni. Così come spiegato in un recente report, è però importante che i Paesi d'Europa si organizzi per rendere la rete di ricarica sempre più capillare. L'assenza di colonnine è infatti il primo fattore psicologico che funge da deterrente per l'acquisto di una vettura elettrica.

Fonte: Il Fatto Quotidiano

  • shares
  • Mail