Angela Merkel battuta dai Verdi ecologisti in Bassa Sassonia

Angela Merkel e i Cristiano Democratici CDU sono stati battuti dai Verdi e SPD Social Democratic Party. Gli ambientalisti avanzano al 13,7% che con il 32,6% del SPD e un seggio in più, li porta a essere nella maggioranza.

I Verdi hanno 20 dei 54 seggi in totale conquistati dalla sinistra. Sorprende l'avanzata dei liberali della FDP in coalizione con la CDU ma che non basta a farli vincere. La Bassa Sassonia è il secondo stato più grande della Confederazione tedesca e hanno votato 6 milioni di persone. Sarà presidente Stephan Weil ex sindaco di Hannover.

La Merkel ha così commentato:

Non lo nego, dopo le emozioni vissute la sconfitta è dolorosa e oggi siamo tutti tristi. La campagna per le politiche ci sarà tra qualche tempo e abbiamo ancora una serie di gravi problemi da risolvere, la situazione economica è fragile, vogliamo far sì che la situazione del mercato del lavoro rimanga così com'è e anche migliorandola, abbiamo grandi compiti in Europa.

Angela Merkel ha imboccato la strada del declino? Difficile da prevederlo e le prossime elezioni nazionali che si terranno in settembre potrebbero riservare moltissime sorprese. La perdita della Merkel comunque affonda le sue radici sia in fatti di politica interna sia nella decisione relativa alla sospensione delle centrali nucleari entro il 2022 fatta lo scorso anno probabilmente arrivata troppo tardi. Il cambio di approvvigionamento energetico si è innestato nella pesante crisi economica che pure si sta facendo sentire in Germania tanto da accusare consistenti flessioni nelle esportazioni. E a differenza dei Verdi la Markel forse ha voluto accontentare troppe richieste e di fatto scontentando tutti.

Ubaldo Villani Lubelli sul suo blog PotsdamerPlatz spiega che la Merkel è ancora molto popolare in Germania e che paga scelte politiche interne alla CDU.

Via | Der Spiegel
Foto | Getty images

  • shares
  • Mail