Per proteggere le miniere d'uranio in Niger chiamate le forze speciali francesi

Il ministro della Difesa francese Jean-Yves Le Drian ha dato ordine alle COS (commandement des forces spéciales) di sorvegliare le miniere d'uranio di Areva in Niger nella zona di Imouraren che si trova a 80 Km da Arlit dove aqttualmente sono detenuti in ostaggio 5 francesi catturati in Sahel dal capo radicale islamista Abou Zeid nel settembre del 2010.

A oggi le forze speciali francesi non hanno preso parte direttamente alla sicurezza di interessi privati. La decisione di concedere una protezione speciale è stata presa in seguito al fallito tentativo di salvare l'ostaggio Denis Allex in Somalia, ma anche dopo la presa degli ostaggi a Amenas in Algeria . Le autorità francesi sono convinte che questi due eventi, oltre a lanciare l'operazione Serval in Mali hanno aumentato significativamente i fattori di rischio sugli impianti francesi nella regione.

Le miniere di uranio in Niger sono strategiche per Areva sia per la fornitura alle centrali nucleari francesi sia per la vendita a clienti stranieri. Ad aggravare fattore, secondo il governo francese è la necessità di aumentare il personale al lavoro in miniera che da 25 addetti deve passare almeno a 300.

La vigilanza comunque è stata accordata dal Governo ma le forze speciali non interverranno gratuitamente e a Areva sarà presentato un conto salato.

Via | Le Point
Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail