Seguici su

Clima

Il riscaldamento delle città condiziona il clima in un raggio di 1500 chilometri

In Nord America e nell’Asia Settentrionale la temperatura cresce fino a 1° C

Le nostre città sono più calde delle pianure, colline e montagne che le circondano, anzi, il calore che producono d’inverno con il riscaldamento delle abitazioni contribuisce ad innalzare le temperature delle regioni circostanti con un condizionamento della temperatura dell’aria che arriva a oltre 1500 chilometri di distanza.

Lo studio pubblicato recentemente su Nature Climate Change rivela come il calore emanato da abitazioni, fabbriche e autoveicoli nei principali centri urbani dell’emisfero settentrionale condizioni gli equilibri climatici globali e contribuisca al generale innalzamento della temperatura invernale, quantificabile in 1° C nelle aree del Nord America e dell’Asia settentrionale.

Il fenomeno non è soltanto antropico: alcune fra le metropoli più popolate del mondo, infatti, sorgono in corrispondenza di importanti canali di circolazione atmosferici. La corrente a getto polare, per esempio, circumnaviga il pianeta a 8-12 chilometri di altezza, ai limiti della troposfera, venendo interrotta dal calore di origine antropica che trova sul proprio percorso.

Le città più popolose e dispendiose dal punto di vista energetico si trovano lungo la costa orientale e occidentale del Nord America e del continente euroasiatico, sotto i principali canali di circolazione atmosferica spiega

Ming Cai, ricercatore dell’Università della Florida e  autore dello studio insieme a Guang J. Zhang e a Aixue Hu.

Il rilascio di questi eccessi di calore causa l’interruzione della normale circolazione atmosferica sopra ai nuclei urbani, causando cambiamenti delle temperature di superficie anche molto lontano dalle regioni in cui questo calore è stato generato.

I ricercatori statunitensi hanno quantificato in 16 terawatt (1 trilione di watt) il consumo energetico del 2006. Di questi, 6,7 terawatt sono stati consumati nelle 86 principali aree metropolitane dell’emisfero nord. Usando simulazioni computerizzate della circolazione atmosferica si è notato come il calore in eccesso abbia condizionato gli effetti della corrente a getto polare.

Il consumo di combustibili fossili, quindi, non condiziona il clima soltanto in maniera indiretta, intervenendo sui gas serra, ma ha un diretto influsso sulle temperature che, a livello globale, corrisponde ad un aumento di un centesimo di grado celsius.

 

Via I Focus I Nature Climate Change

Foto © Getty Images

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa