Seguici su

Acqua

Farmaci nell’acqua: i pesci diventano più aggressivi

Una ricerca dell’Università di Umea ha messo in relazione la presenza di ansiolitici nelle acque reflue con l’aumento di aggressività dei pesci

Pesci più aggressivi per colpa delle acque reflue contaminate dai farmaci degli uomini? Sembrerebbe di sì. Negli scorsi giorni su Science è stato pubblicato uno studio dell’Università svedese di Umea secondo il quale vi sarebbe una stretta relazione fra il comportamento degli animali e i farmaci diluiti nelle acque reflue provenienti dai nostri bagni.

Tomas Bordin, insieme ai colleghi dell’Università svedese ha osservato che il pesce persico selvatico europeo sottoposto a un quantitativo di oxazepam (uno degli ansiolitici più diffusi in commercio) pari a quello che si trova nei nostri corsi d’acqua cambia il proprio comportamento, mangiando più avidamente, diventando più audace e manifestando atteggiamenti anti-sociali.

In condizioni normali, senza “doping” farmacologico il pesce persico caccia in gruppo e non si avventura in azioni predatorie solitarie. I pesci che nuotano nelle acque in cui sono stati riversati ansiolitici sono molto più coraggiosi e superano la logica di gruppo assumendo comportamenti individualistici.

La soluzione proposta dal gruppo di Umea è nello sviluppo di impianti di trattamento delle acque capaci di eliminare i residui di queste sostanze. La ricerca è tutt’altro che conclusa: in futuro bisognerà capire come l’alterazione di questi comportamenti vada a incidere sull’intero ecosistema fluviale.

Via I Science 

Foto © Getty Images

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa