Seguici su

ECOLOGIA

Homo sapiens: la storia della diversità umana in mostra a Novara

La mostra Homo Sapiens – la grande storia della diversità umana inizia oggi a Novara. Una grande occasione culturale per tutti gli abitanti dell’Italia del nord ovest

La mostra Homo sapiens – La grande storia della diversità umana si apre oggi a Novara, ultima tappa italiana prima del suo trasferimento negli USA.

La mostra, curata dal genetista delle popolazioni umane Luigi Luca Cavalli Sforza e dal filosofo della scienza Telmo Pievani, ripercorre il cammino del genere homo nelle sue diverse migrazioni dall’Africa al resto del mondo con una straodinaria quantità di reperti, cartine geografiche, ricostruzioni e postazioni interattive.

E’ una mostra in cui l’ecologia gioca un ruolo di primo piano e questo per due motivi.

Innanzitutto perchè viene evidenziato il ruolo delle particolari condizioni ambientali e climatiche dell’africa orientale nel determinare l’ “uscita dalla foresta” dei primi ominidi e la successiva colonizzazione del pianeta. E’ ciò che Pievani chiama essere figli della  contingenza.

Inoltre, guardando alla storia lunga dell’umanità su questo pianeta si ha una ben diversa percezione della storia corta delle civiltà alfabetizzate e della storia effimera della civiltà tecnologica. Ripercorrere questo cammino ci aiuta a ritrovare il nostro posto nel mondo.

Il video che segue è la lectio magistralis che Pievani ha tenuto ieri sera a Novara in occasione dell’inaugurazione della mostra.

L\'evoluzione umana non è una marcia trionfale
Homo sapiens: la mostra a Novara [blogo-gallery id=”155105″ photo=”1-6″ layout=”slider”]

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa