Seguici su

Uncategorized

In Pakistan un mese di caldo infernale per 180 milioni di persone

Il Pakistan ha sofferto una lunga ondata di caldo estremo con temperature che hanno sfiorato i 50 °C ed ora attende il monsone. L’aumento della durata e intensità di questi fenomeni estremi, legata ai cambiamenti climatici, colpisce un paese sovrappopolato con scarsità d’acqua e agricoltura spinta agli estremi

Il Pakistan tra maggio e giugno ha sperimentato una delle più terribili ondate di caldo della sua storia, con temperature sistematicamente sopra i 38 °C con punte diurne di 47 °C a Lahore e di 52 °C nel sud. Secondo Aljazeera, persino i cammelli producono molto meno latte per la grande siccità (il latte di cammello è “l’insulina dei poveri”, perchè riduce la glicemia nel sangue).

Anche se non ci sono statistiche ufficiali, i giornali hanno riportato notizie di centinaia di morti causate dal caldo estremo. Secondo Zaman Chaudry, fisico ed ex direttore del dipartimento meteo pakistano, il numero delle ondate di calore è cresciuto tra il 1980 e il 2009, così come le temperature medie nel delta dell’Indo per cui questi fenomeni meteorologici estremi  sono chiaramente legati ai cambiamenti climatici.

Il problema è stato aggravato dalla scarsità d’acqua del fiume Indo, le cui portate si riducono estate dopo estate, sia a causa della riduzione dei ghiacciai del Kashmir, sia per la realizzazione di dighe idroelettriche e di canali di irrigazione.

Insieme con il Bangladesh, il Pakistan è uno dei paesi più a rischio per una possibile futura crizi  energetica-climatica-demografica: 180 milioni di abitanti, con una crescita annua di 3 milioni di persone, disponibilità di acqua potabile pro capite dimezzata dal 1975 ad oggi, produzione agricola che fatica a stare dietro alla popolazione (dati FAO) e deve sempre più dipendere dall’irrigazione e dai fertilizzanti chimici. Se nel 1960 venivano utilizzati 10 kg di azoto per ogni tonnellata di raccolto, ora se ne impiegano oltre 90 kg.

Le difficili condizioni ambientali del paese stanno esacerbando una situazione sociale e politica sempre più conflittuale. Il Pakistan presenta davvero tutti gli ingredienti per una tempesta perfetta.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa