Seguici su

Auto Elettriche

Auto elettriche: obbligatorie in Nuova Zelanda per le istituzioni

La Nuova Zelanda fissa traguardi ambiziosi per il contrasto ai cambiamenti climatici, obbligando anche tutte le istituzioni a dotarsi di veicoli elettrici.

Auto elettriche

La Nuova Zelanda sposa senza riserve la mobilità sostenibile, partendo dalle istituzioni. È quanto è stato annunciato da Jacinda Ardern, Primo Ministro del Paese, nell’annunciare una serie di misure di contrasto ai cambiamenti climatici. Il locale governo ha infatti deciso di dichiarare lo stato di emergenza, sottolineando come gli effetti delle modifiche del clima siano già più che palesi su tutto il territorio.

L’obiettivo è davvero ambizioso: la coalizione di governo vuole giungere quanto prima possibile al traguardo del carbon neutral, con una deadline al 2025. Si tratta di un anticipo incredibile rispetto agli Accordi di Parigi già sottoscritti dal Paese, che prevedevano questo obiettivo al 2050 e il passaggio completo alle fonti rinnovabili entro il 2035.

Tra i progetti messi in campo per raggiungere quel che sarà, con tutta probabilità, un primato internazionale, la Nuova Zelanda punta anche sulle auto elettriche. Già nei prossimi mesi tutto il parco auto istituzionale verrà sostituito con vetture prive di motori termici. E, ancora, tutti i veicoli usati per scopo sempre istituzionale o amministrativo dovranno essere per legge. Dai mezzi dei politici nazionali fino alle auto delle piccole e remote municipalità, tutti il settore pubblico dovrà convertirsi all’elettrico.

Seguirà quindi un intervento anche sul settore privato, con incentivi per la rottamazione delle vecchie auto inquinanti, sconti fiscali per l’acquisto di auto elettriche e la predisposizione di una rete capillare di colonnine di ricarica.

La stessa Ardern guida ormai da tempo una vettura elettrica, una Hyundai Ioniq Electric, e ha trovato supporto bipartisan nel parlamento per l’implementazione di misure più stringenti di contrasto ai cambiamenti climatici. Oltre alle auto, la Nuova Zelanda cesserà l’uso di carbone e altri combustibili fossili per la produzione di energia, incentiverà le fonti rinnovabili e aiuterà i cittadini nella sostituzione di caldaie, sistemi di riscaldamento e condizionatori inquinanti.

Fonte: ElecTrek

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa