Seguici su

Cronaca ambientale

Eruzione vulcano Kelud: a Giava evacuate 200mila persone

Dopo l’eruzione del cratere indonesiano 36 villaggi ai ridosso del vulcano sono stati evacuati. Negli ultimi cinque secoli il vulcano ha fatto circa 15mila vittime

Oltre 200mila persone stanno lasciando le loro case dopo l’eruzione del vulcano Kelud, nella zona orientale di Giava, in Indonesia. Un’alta colonna di fumo prodotta dall’eruzione del vulcano è visibile a molti chilometri di distanza e alcuni dei villaggi più vicini al cratere sono stati ricoperti da 4 centimetri di cenere.

Il fumo sta creando gravi problemi anche ai trasporti aerei: i tre aeroporti della regione, compreso quello di Surabaya, distante ben 130 chilometri, sono stati chiusi.

Secondo quanto riportato dal Jakarta Post, l’eruzione del Kelud avrebbe causato, finora, due morti. Un paio di settimane fa, l’eruzione di un altro vulcano indonesiano, il Sinabung dell’isola di Sumatra, aveva ucciso 16 persone, costringendone 14mila all’evacuazione.

Anche alla luce dei tragici eventi di inizio mese, le autorità locali hanno disposto l’evacuazione di tutti i residenti nei 36 villaggi che si trovano nel raggio di 10 chilometri dalla bocca del vulcano.

L’Agenzia per la gestione dei disastri ha riferito come la cenere vulcanica sia stata trasportata, in alcuni casi, fino a 200 km di distanza, investendo anche le città di Surabaya e Yogyakarta che si trovano in una zona di Giava densamente popolata.

L’eruzione è iniziata nella tarda serata di ieri e, secondo i vulcanologi, è probabile che non si ripeta con la stessa intensità. Il Kelud, uno dei 130 vulcani attivi dell’arcipelago indonesiano ha causato 15mila morti dal XVI secolo a oggi: si stima che l’eruzione del 1568 abbia provocato 10mila vittime.

Video e foto | Youtube

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa