Seguici su

Scienza

Eclissi solare: le immagini più belle [FOTOGALLERY]

Il fenomeno astronomico è stato visibile in Italia fra le 9.16 e le 11.43; per un’altra eclissi solare bisognerà attendere il 2027

ore 12.45 – Dalla berlinese Porta di Brandeburgo alla spiaggia prospiciente a Mont Saint Michel, da Monaco di Baviera al Regno Unito ecco come si è assistito al passaggio dell’eclissi solare che in territorio italiano è stata visibile dalle ore 9.16 fino alle 11.43. Nella fotogallery tutte le immagini più belle.

Eclissi solare venerdì 20 marzo 2010

[blogo-gallery id=”157921″ photo=”1-22″ layout=”slider”]
venerdì 20 marzo 2015, ore 09.10 – Fra pochi minuti, a partire dalle 9.16 e fino alle 11.43 l’eclissi solare di oggi, venerdì 20 marzo, coincidente con l’equinozio di primavera, sarà visibile nel nostro Paese. La percentuale di copertura del disco solare e l’orario di inizio del fenomeno varieranno a seconda della latitudine. La prima regione italiana nella quale sarà visibile il fenomeno sarà la Sardegna, mentre la “coda” dell’eclissi sarà visibile nelle estremità orientali della Penisola (Puglia e Friuli Venezia Giulia).

Ovviamente per poter osservare il fenomeno occorrerà che le condizioni meteo lo permettano: in una situazione di nuvolosità l’eclissi solare risulterà invisibile. Come accennato in precedenza si sconsiglia la visione senza gli opportuni strumenti, occhiali da saldatura oppure occhiali specifici venduti nei negozi di ottica.

Eclissi solare di venerdì 20 marzo 2015: come e quando osservarla

Quella di venerdì 20 marzo 2015 sarà un’eclissi solare di portata eccezionale con un oscuramento del Sole che al Nord sarà quasi del 70%. Proprio nel giorno dell’equinozio di primavera, la Luna si frapporrà fra la Terra e il Sole oscurando quest’ultimo e proiettandone l’ombra sulla Terra.

L’ultima eclissi solare visibile in Italia risaliva a dieci anni fa e la prossima sarà visibile nel 2027.

Eclissi solare venerdì 20 marzo 2015: quando osservarla

L’eclissi solare potrà essere osservata nella mattina di venerdì 20 marzo. La Sardegna sarà la prima regione nella quale sarà possibile assistere al fenomeno, alle ore 9.16. Seguiranno Roma (9.23), Milano (9.24), Napoli (9.25), Lecce e Trieste (9.30).

Il punto di massima eclissi si verificherà intorno alle 10.40, mentre la conclusione del fenomeno dovrebbe avvenire intorno alle 11.43. In Italia l’eclissi sarà parziale, mentre per osservare l’eclisse nella sua totalità bisognerà spingersi alle isole Faroe. La massima eclissi visibile sarà al Nord dove si raggiungerà il 67,3% della copertura del disco solare. A Roma di raggiungerà il 53,7% e a Napoli “solamente” il 49,3%.

Eclissi solare venerdì 20 marzo 2015: come osservarla

Né i vecchi rimedi come i vetri anneriti, né gli occhiali da sole sono in grado di proteggere la vista dall’intensità dei raggi solari. Per chi vuole godersi lo spettacolo senza correre inutili rischi il consiglio è di guardare il fenomeno con gli occhiali da saldatore che, grazie alla loro protezione, permettono di osservare direttamente una luce intensa. Anche binocoli e telescopi, se non forniti degli appositi filtri, restano sconsigliati. Naturalmente il fenomeno potrà essere osservato anche indirettamente prendendo come punto di riferimento un albero o un edificio sul quale si potranno vedere le variazioni dell’illuminazione solare.

Naturalmente il fenomeno si potrà osservare con condizioni meteo di cielo sereno o poco nuvoloso. Nonostante il miglioramento previsto nelle prossime 48 ore, venerdì dovrebbe esserci un peggioramento delle condizioni meteo, con rannuvolamenti a Nordovest.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa