Sculture sott’acqua per ricreare la barriera corallina

Per oltre dieci anni, lo scultore inglese Jason DeCaires Taylor ha immerso negli oceani le sue sculture per facilitare la rigenerazione della vita marina e trasmettere un messaggio di speranza e di consapevolezza sulla condizione dei nostri oceani.

Nel corso degli ultimi decenni il 40% delle barriere coralline naturali sono scomparse a causa del riscaldamento delle acque e dei cambiamenti climatici. Secondo gli scienziati entro il 2050% la riduzione sarà dell’80% rispetto al secolo scorso.

Dopo aver lavorato a lungo in un centro di immersioni, Jason DeCaires Taylor ha deciso di realizzare delle statue e immergerle. È cominciato così il suo lavoro di artista e di narratore di storie.

Come mostra il video d’apertura, girato nell’isola caraibica di Grenada, le sue sculture sono altamente scenografiche e diventano la base per consentire alla barriera corallina di rigenerarsi.

Nella fotogallery, invece, un’altra serie dell’artista ospitata a Londra, nelle acque del Tamigi. Anche in questo caso i businessman in groppa a cavalli con la testa a forma di scavatrice hanno una forte valenza simbolica.

Via | Maptia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail