Scooter elettrici, entro il 2024 il mercato varrà 38,5 miliardi

009.jpg

Secondo un rapporto recentemente pubblicato dal Global View Research il mercato degli scooter elettrici raggiungerà un ragguardevole giro d'affari mondiale di circa 38,57 miliardi di dollari entro il 2024: un'industria, come quella automobilistica, in piena espansione e che sembra aver superato l'iniziale scetticismo del pubblico.

Il ruolo degli scooter elettrici sui mercati è infatti sempre più importante e questo non può che giovare alla vita di tutti, sotto il profilo ambientale, e sopratutto alla vita del proprietario dello scooter, che vede un abbattimento di costi di gestione notevole: oggi i produttori si concentrano sopratutto su una corretta pianificazione per sviluppare programmi di utilità e tecnologie in evoluzione, come i veicoli alimentati ad energia solare e i vehicle-to-grid.

Un mercato che ha il vantaggio collaterale di abbattere il livello di emissioni in atmosfera, permettendo il rientro negli standard e migliorando la qualità della vita della società. Oggi aziende del settore, come ad esempio Gogoro, stanno sviluppando batterie più resistenti o che si ricaricano in tempi più brevi, aziende multinazionali come Yamaha Motor Corporation e Honda Motor Company stringono partnership aziendali per mantenersi in piena conformità con le normative di riferimento, che variano da Paese a Paese, e svilupparsi rapidamente.

Secondo quanto evidenzia il rapporto è in crescita in particolare la vendita di scooter elettrici pieghevoli e di batterie agli ioni di litio, più resistenti e durature delle altre: nel settore delle batterie in particolare gli investimenti fatti dalle aziende sono importanti, proprio per garantire agli utenti prestazioni di livello pari a quelle di uno scooter sopratutto per quanto riguarda la durata della ricarica. Attualmente gli attori principali sono Vmoto Limited, Mahindra Genze, Gogoro Inc. e Terra Motors Corporation.

  • shares
  • Mail