Seguici su

MOBILITA' SOSTENIBILE

Mobilità sostenibile e autonoma: a Roma i minibus elettrici di Navya

In questi giorni Atac ha presentato in commissione mobilità  i nuovi autobus elettrici a guida autonoma Navya Shuttle, dedicati agli spostamenti del primo e ultimo miglio.


Un assaggio di futuro per la commissione mobilità di Roma capitale e per tutti i cittadini che hanno potuto toccare con mano e provare uno dei mezzi a guida autonoma più avanzati sul mercato.

Il Navya Shuttle infatti è più di un prototipo: è già commercializzato in 20 paesi nel mondo, ed in 15 di questi è già possibile utilizzarlo su strade pubbliche (negli altri 5 l’uso è dedicato a strutture private).

 

Navya Shuttle: cos’è e come funziona?

[blogo-gallery id=”188039″ layout=”photostory” photo=”1-7″]

Il Navya Shuttle arrivato ora anche in Italia promette di rivoluzionare la mobilità urbana del primo e ultimo miglio e vanta una serie di soluzioni tecniche che lo rendono concretamente un mezzo sicuro, affidabile e green.

Lo Shuttle è predisposto per ospitare fino a 15 persone: 11 sedute e 4 in piedi, e grazie al pacco batterie da 33 kWh  ha un’autonomia compresa tra le 8 e le 9 ore. La ricarica può avvenire tramite Piastre a induzione, via colonnina o attraverso la classica presa domestica.

[blogo-gallery id=”188039″ layout=”photostory” photo=”12-16″]

La ricarica a induzione permette al Navya di poter rimanere sempre carico senza mai esser connesso ad una presa, posizionando le piastre in punti strategici come i capolinea e nelle zone di sosta. Il minibus elettrico grazie alle 4 ruote sterzanti e alle dimensioni ridotte (4,75m x 2,11m x 2,65m) è agilissimo e può muoversi con facilità anche nei centri storici e nelle zone pedonali, operando ad una velocità media di 25 km/h fino a 40 km/h.

Sul piano estetico il nuovo Navya è simmetrico al 100%, e può muoversi ugualmente in entrambe le direzioni di marcia. La vista a bordo offre una panoramica a 360 gradi grazie alle ampie vetrate.

 

Navya Shuttle: è davvero così sicuro?

Abbiamo provato a metterlo in difficoltà in tutti i modi, anche poco ortodossi, provando letteralmente a saltare in mezzo alla strada a pochi centimetri dal cofano mentre il bus percorreva il suo percorso, e con estremo  entusiasmo non ci siamo riusciti. Lo Shuttle grazie alle ridotte velocità operative riesce a compiere una frenata di arresto immediata in pochi centimetri.

[blogo-gallery id=”188039″ layout=”photostory” photo=”8-11″]

La sicurezza è uno dei punti di forza di questo veicolo che rimane sicuro sia per i passeggeri, grazie al telaio rinforzato, che per i pedoni grazie a tutti i sensori che operano simultaneamente.

Il Navya Shuttle infatti, per operare monitora costantemente  2 telecamere a 180 gradi,  6 sensori Lidar che scansionano il territorio circostante in 2d e 3d e l’antenna GNSS che permette di tracciare precisamente la posizione GPS attraverso i satelliti e la connessione dati.  La connessione è elemento fondamentale di questo minibus  che supporta le reti 3g, 4g, e 5g,  permettendo  un controllo 24/24h direttamente dalla base centrale a Lione, per il monitoraggio costante del mezzo anche da remoto e il controllo in caso di guasto o emergenza.

[blogo-gallery id=”188039″ layout=”photostory” photo=”17-21″]

Il bus è programmato per monitorare attraverso i sensori tutto quello che gli avviene intorno, riconoscendo gli oggetti che si muovono e ricollegandoli al movimento delle persone. Il software gli permette quindi di monitorare tutti i movimenti e prevenire eventuali azioni  bloccando la vettura in pochi centimentri appena una persona o un ostacolo gli si ponga davanti.

 

Avvenuto il blocco la vettura aziona tre livelli di sicurezza. In primo luogo il suono di una campanella, per sollecitare gentilmente la persona a spostarsi dal percorso, se questo non avviene entra in funzione automaticamente il clacson. In caso di blocco permanente  la vettura manda la segnalazione alla centrale di comando e  passa in modalità manuale, lasciando il comando all’operatore a bordo.

[related permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/176239/guida-autonoma-car-sharing-traffico”][/related]

Il livello di tecnologia a bordo le permetterebbe di poter aggirare l’ostacolo o esser già controllata da remoto per aggirarlo, ma in questa fase di transizione e sperimentazione di guida autonoma in tutto il mondo l’azienda ha scelto di procedere per step.

Le declinazioni di questa nuova vettura grazie alla connessione 5g e alla geolocalizzazione possono essere tantissime, anche a livello culturale.  Il bus  può già essere utilizzato per condurre le persone in un percorso guidato nei centri storici mostrando e raccontando gli edifici storici e caratteristici, integrando le informazioni con lo schermo a bordo.

 

Veicoli a guida autonoma

In Italia la legislazione riguardo alla guida autonoma è carente e restrittiva, soprattutto se confrontata a quella di altri paesi europei più libertini, come la Francia, dove la guida autonoma è già una piccola realtà, ed è banco di prova anche per tante aziende automobilistiche. Ed è proprio in Francia che nasce Navya, uno degli esempi più concreti e funzionali di mobilità urbana driverless.

[blogo-gallery id=”188039″ layout=”photostory” photo=”1-7″]

L’azienda si è concentrata in particolare sulla piccola mobilità urbana elettrica, del primo e ultimo miglio, proponendo due prodotti: lo Shuttle da 15 persone e il Cab, un taxi a guida autonoma  che può portare fino a 6 persone.

Al momento in Italia il piccolo bus verrà importato probabilmente su Roma e Torino, con  guida autonoma di livello 3, con l’obbligo di un conducente a bordo, che in questo caso fungerà più da operatore, poichè sarà chiamato principalmente a visionare il tragitto del veicolo.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa