Pneumatici fuori uso: EcoTyre migliora raccolta e riciclo

Nel rapporto di EcoTyre sulla gestione degli PFU in Italia nel 2018 c'è un riferimento anche ai nuovi pneumatici verdi composti da gomma riciclata e devulcanizzata che cambieranno radicalmente il futuro del settore.

riciclo pneumatici fuori uso dati 2016 ecotyre

Numeri incoraggianti, sul fronte della tutela ambientale, giungono dal report annuale del consorzio EcoTyre, che nel 2018 ha gestito un quantitativo di pneumatici fuori uso (PFU) pari al 102,5% di quelli nuovi immessi sul mercato dai propri soci. Si tratta di una cifra superiore all'obiettivo del 100% previsto dalla legge.

Questo conferma la bontà del lavoro svolto nel tempo, che si traduce in risultati di primo livello. Altri numeri danno forza all'assunto: nel 2019 la raccolta totale è stata pari a 44.249.414 kg di PFU, sfiorando la soglia dei 300 mila kg nelle aree naturali, grazie al progetto nazionale PFU Zero, che punta a mappare i depositi abbandonati, con le segnalazioni di enti locali, associazioni e cittadini, per bonificarne alcuni con una parte dell'avanzo di gestione di EcoTyre.

Il consorzio, che è il primo a livello nazionale per numero di soci e il secondo per quantitativo di pneumatici fuori uso gestiti, ha portato nell'arco di 8 anni di attività al corretto recupero di 320.520.948 kg di materiale, con uno sforzo omogeneo da Nord a Sud dell'Italia. Le variazioni principali dell'ultimo anno sono state in Lombardia, dove la raccolta è aumentata del 20%, e in Puglia, dove è più che raddoppiata. Incrementi rilevanti sono stati ottenuti anche in Sardegna e Basilicata.

All'ottimo risultato generale ha concorso il numero di soci (importatori o commercianti di pneumatici nuovi) che hanno deciso di affidarsi ad EcoTyre per la gestione degli PFU, giunti a quota 744 nel 2018, contro i 686 attivi a fine 2017. Oggi gli associati sono 762. A convincerli, l'efficienza del servizio, resa possibile dalla capillarità della rete e dalla puntualità dei ritiri e dei trasporti verso gli impianti di trattamento, grazie a un sistema logistico composto da oltre 110 operatori e da 21 Punti EcoTyre regionali, che lavorano con standard molto elevati, andando incontro in modo mirato ai bisogni tanto dei grandi quanto dei piccoli e medi operatori.

EcoTyre guarda anche in altre direzioni, con il progetto "Da gomma a gomma", che consente il riutilizzo della gomma triturata a fine vita per generare una mescola utilizzabile per la produzione di altri pneumatici, equivalenti a quelli tradizionali, come hanno confermato i test condotti sul campo. Anche questo riciclo può concorrere in modo significativo alla causa della salvaguardia ambientale.

  • shares
  • Mail