Mobilità sostenibile: Seat testa il biometano ottenuto dai rifiuti

C'è anche Seat fra i partner di un nuovo progetto europeo sul biometano creato a partire dai rifiuti. La casa automobilistica spagnola testerà sulle proprie vetture il biocarburante ottenuto dalle discariche municipali.

Il progetto Life Landfill Biofuel, che punta ad ottenere gas rinnovabile a partire dalle discariche municipali, potrà contare sulla partnership di Seat, che vi parteciperà fino al 2023, testando sulle proprie vetture il biocarburante così ottenuto.

Il budget complessivo per questa fase dell'iniziativa, sviluppata insieme ad altri partner, è di 4,6 milioni di euro, finanziati al 55% dalla Commissione Europea, che in tempi recenti ha approvato il progetto.

Si profilano quattro anni di sperimentazione sul campo, con l'obiettivo di sfruttare in modo più efficiente i rifiuti, fonte energetica abbondante nel nostro mondo, proprio a partire dalle discariche municipali.

Da questi scarti si può ottenere gas rinnovabile, creando importanti forme di economia circolare, che assumono un valore aggiunto pure sul piano "logistico", se si tiene conto che l'UE limiterà, entro il 2035, al 10% la quota di rifiuti urbani conferibili in discarica. Una sfida ambientale difficile, che potrà trarre giovamento dalla conversione dei rifiuti in biocarburanti.

Seat, sposando in pieno questa causa, nel suo impegno verso l'efficienza energetica e la riduzione delle emissioni sta già lavorando convintamente al progetto Life Methamorphosis, per ottenere il biometano da rifiuti e letame precedentemente selezionati da un'azienda agricola con sede a Lerida. Ora giunge un nuovo passo avanti in questo sentiero, con Life Landfill Biofuel, dove la materia prima proviene direttamente dalla discarica, senza previa separazione.

Le parole di Andrew Shephered, responsabile dei progetti sul gas rinnovabile di Seat, illustrano bene il target: "Questo progetto ci consentirà di fare progressi nello sviluppo e nella ricerca sul biometano come alimentazione. Il nostro obiettivo finale è garantire un impatto ambientale a zero emissioni di CO2 nell'intero ciclo di vita delle vetture".

Nella sfida di Life Landfill Biofuel la collaborazione di Seat sarà affiancata da quella di organizzazioni come FCC, IVECO, Università di Granada, Fondazione CARTIF, SYSADVANCE e Gasnam, anch'esse impegnate nel nuovo progetto. I numeri potranno diventare importanti nel tempo, se si tiene conto che in Europa ci sono quasi mezzo milione di discariche: un'opportunità commerciale per convertire i rifiuti in una fonte di energia che, a sua volta, contribuirà anche a ridurre le emissioni ambientali.

  • shares
  • Mail