Seguici su

ECOLOGIA

Ambiente, incontro al Ministero coi Caschi verdi per l’Unesco

Per difendere e salvaguardare meglio il patrimonio naturale italiano, scende in campo un’altra squadra di esperti, chiamati al lavoro nelle aree protette riconosciute su scala internazionale.

Negli scorsi giorni, al Ministero dell’Ambiente, si è svolto un incontro fra il ministro Sergio Costa e i “Caschi verdi per l’Unesco“, task force ambientale frutto di un protocollo di collaborazione sottoscritto con l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA).

La squadra è composta da 22 esperti tra geologi, biologi, architetti e fisici. A loro il compito di fornire supporto nelle aree protette e nei territori italiani riconosciuti in ambito internazionale, con l’obiettivo di garantire salvaguardia e valorizzazione dei siti Unesco.

Questi ultimi sono molto presenti in Italia, con una densità sconosciuta in altre aree geografiche del mondo. Alcuni ricadono in aree di parco, terrestri e marine. “La loro tutela e valorizzazione -dice Costa- deve essere costantemente assicurata e sostenuta attraverso monitoraggi e strategie adeguate“.

[related layout=”big” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/191638/patrimonio-mondiale-naturale-italia-propone-le-faggete-vetuste”][/related]

Facile capire come l’apporto della task force dei “Caschi verdi per l’Unesco” possa aiutare a rafforzare la linea strategica. Il ministro dell’ambiente ha inserito con convinzione tali figure all’interno del Dl Clima, prevedendo anche una dotazione finanziaria: “A questo programma sperimentale -dice Costa- sono destinati 2 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2020 al 2022“.

Le richieste di supporto, nella fase in atto, interessano 7 soggetti gestori: si tratta di 4 Riserve MAB (Tepilora, Rio Posada e Montalbo; Cilento, Vallo di Diano, Alburni; Sila; Collina Po), 2 Patrimoni mondiali (Etna; Sito di Elea Velia; Parco Nazionale Cilento, Vallo di Diano e Alburni) e 1 Geoparco (Adamello Brenta). Il supporto riguarderà la definizione di piani di gestione, attività di salvaguardia e valorizzazione, di comunicazione ed educazione ambientale.

Fonte | Ministero dell’Ambiente

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa