Mobilità sostenibile: 164 milioni per 81 comuni

Ridurre l'inquinamento urbano è l'obiettivo di molte amministrazioni, che cercano di stimolare la mobilità sostenibile. Il ministro Costa: "Puntiamo a migliorare qualità della vita e dell'aria nelle città".

Il Ministero dell'Ambiente ha finanziato con 164 milioni di euro degli interventi per potenziare la mobilità sostenibile in ambito urbano, con riferimento ai tragitti casa-scuola e casa-lavoro. Sono questi una quota rilevante degli spostamenti cittadini, che alimentano i flussi di traffico, a volte congestionandoli o paralizzandoli.

Per innescare pratiche virtuose nello specifico ambito, il dicastero di via Cristoforo Colombo ha messo mano al "portafogli", finanziando interventi in 81 comuni (o raggruppamenti di comuni) al sopra dei 100 mila abitanti, per migliorare la qualità delle trasferte e, soprattutto, dell'aria, che spesso versa in condizioni di degrado, come testimoniano diversi rilevamenti sulle sostanze inquinanti in essa presenti.

La misura, che impegna (come dicevamo) 164 milioni di euro, prenderà forma su vari binari, fra loro integrati nell'ottica complessiva: dai percorsi ciclabili e pedonali ai servizi di mobilità condivisa (car/bike/scooter sharing), passando per le opere per l'integrazione modale (parcheggi, ciclostazioni), il trasporto collettivo, i sistemi per l'infomobilità ed altro ancora.

Il ministro dell'ambiente Sergio Costa chiarisce meglio il quadro: "Promuovendo e finanziando pratiche come l'uso della bicicletta, il bike sharing, il car pooling, la mobilità elettrica collettiva, l'introduzione di mobility manager nelle amministrazioni pubbliche e nelle aziende, si punta a qualificare ambientalmente la cultura della mobilità, a migliorare la qualità della vita e dell'aria nelle città e a ridurre le emissioni di gas serra responsabili dei cambiamenti climatici".

Clicca qui per conoscere i comuni singoli o consorziati ammessi al finanziamento

Fonte | Ministero dell'Ambiente

  • shares
  • Mail