Tesla: aggiornamento software per aumentare l'autonomia

Tesla rilascerà un aggiornamento software per migliorare il consumo energetico delle Model Y, aumentandone lievemente l'autonomia.

Tesla Model Y

Tesla sta per rilasciare un aggiornamento software che, fra le altre funzioni, permetterà di aumentare l'autonomia di alcune sue auto elettriche. È quanto ha confermato Elon Musk, il CEO dell'azienda, in un tweet pubblicato nelle ultime ore.

L'aggiornamento in questione potrà essere effettuato in modalità OTA (over-the-air) e permetterà di gestire in modo più efficiente i consumi energetici delle auto a marchio Tesla. In particolare, il nuovo software permetterà di regolare i sistemi di ventilazione per le componenti interne del veicolo, attivandole solo quando necessario. Ciò comporterà un minore dispendio di energia e, di conseguenza, un'autonomia più generosa per ogni singolo ciclo di carica.

Il guadagno non sarà incredibile, così come lo stesso Elon Musk ha specificato sul social network:

Dovrebbe aggiungere qualche miglia di autonomia, soprattutto nel traffico lento.

In particolare, l'aggiornamento agirà sulla ventilazione per il passeggero, al momento unicamente sulle Model Y:

L'automobile disabiliterà automaticamente la ventola del passeggero quando nessun viaggiatore verrà identificato, riducendo il consumo di energia durante le giornate più calde. Questa ventola può essere abilitata manualmente indicando nel pannello di controllo la direzione del getto d'aria desiderata.

Tesla continua quindi a garantire piccoli miglioramenti per le proprie autovetture, allo scopo di aumentare il più possibile l'autonomia delle batterie. La società ha raggiunto già il traguardo delle 400 miglia certificate dall'EPA - pari all'incirca a 700 chilometri per singolo ciclo di carica. Ma non è tutto, poiché pare stia elaborando un pacco batterie da ben 1 milione di chilometri, da considerare però in modo cumulativo nell'intero ciclo di vita di queste componenti.

Come già anticipato, questo aggiornamento è al momento destinato alle Model Y, tuttavia non si può escludere che la società non stia pensando a interventi analoghi anche per le altre vetture a marchio Tesla.

Fonte: The Driven

  • shares
  • Mail