Seguici su

Auto Elettriche

Auto elettriche: autosufficienza delle batterie in Europa nel 2025

L’Europa raggiungerà l’autosufficienza nella produzione di batterie entro il 2025, grazie all’apertura di diversi impianti e alla costruzione di una rete specifica di distribuzione

Auto elettrica

L’Europa è sempre più orientata alla mobilità elettrica, così come testimoniano i successi raccolti sul mercato automotive nel corso del 2020. Ed entro il 2025 il Vecchio Continente potrebbe essere addirittura del tutto autosufficiente nella produzione di batterie, un fatto che potrebbe contribuire ad abbattere ulteriormente i costi di queste vetture. È quando suggerisce Maros Sefcovic, il vicepresidente della Commissione Europea.

Il settore dell’elettrico sta ottenendo un gran traino in tutta Europa, grazie anche agli incentivi all’acquisto voluti di vari governi nazionali. La domande cresce stabilmente, non solo perché i cittadini vedono in queste vetture un’alternativa più sostenibile dal punto di vista ambientale, ma anche per la possibilità di risparmiare su carburante e manutenzione. La richiesta in ascesa porterà naturalmente a un’impennata nella domanda di batterie: queste componenti saranno completamente prodotte nel Vecchio Continente. Così ha spiegato Sefcovic, come riporta Il Sole 24 ore:

Sono fiducioso che entro il 2025 l’UE sarà in grado di produrre abbastanza celle di batteria per soddisfare le esigenze dell’industria automobilistica europea e costruire la nostra capacità di esportazione.

A oggi è la Cina il Paese che produce più celle per batterie al mondo: la Repubblica Popolare ha conquistato circa l’80% di tutto il mercato. Ma, sempre come riferisce Il Sole 24 Ore, l’Europa non rimarrà a guardare. In costruzione vi sono già ben 15 impianti, in particolare in Svezia, Germania e Ungheria: queste strutture dovrebbero riuscire a coprire completamente il fabbisogno dei cittadini del Vecchio Continente. Per sostenere la realizzazione di questi impianti, ma anche di tutte la relativa rete di supporto e distribuzione, servono però grandi investimenti. Su questo fronte, Sefcovic ha ricordato come i fondi già resi disponibili per la pandemia da coronavirus – pari a 750 miliardi di euro – possano essere impiegati anche a questo scopo.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa