Seguici su

Acqua

Joaquin Phoenix “affoga” per Peta: la pubblicità shock del divo candidato all’Oscar

È la settimana della consegna dei premi Oscar, quale occasione migliore, per un candidato all’Academy Awards, per lanciare una campagna di sensibilizzazione animalista? Joaquin Phoenix, formidabile interprete di The Master, ha scelto di prestare il proprio volto e la propria voce alla campagna Go Vegan di Peta.

Il video inizia con una soggettiva, poi, nel controcampo si scopre il volto di Phoenix che, trattenuto sott’acqua, sta affogando. Il video shock inizia con la definizione di vocabolario di suffocate (soffocare) e metaforizza, capovolgendola l’agonia che tocca a un triliardo di pesci ogni anno. La morte dei pesci tirati fuori dall’acqua è descritta come “lenta, dolorosa e terrificante”.

Nel lancio della campagna di Peta, l’attore statunitense ha ricordato un episodio dell’infanzia che lo ha segnato per sempre contribuendo a fargli compiere la scelta di una dieta vegana: l’aver visto la propria famiglia catturare un pesce e lasciarlo agonizzare su di una barca.

Matt Damon che la scorsa settimana – in concomitanza con l’uscita europea del suo Promised Land – ha lanciato un video per promuovere la campagna di Water.org relativa all’emergenza idrica ha dimostrato come la promozione di un film o, nel caso di Phoenix, una campagna “elettorale” in vista degli Oscar, possano aiutare  e moltiplicare gli effetti di una campagna umanitaria e ambientalista, giovandosene, a sua volta, con un feed back da parte del pubblico. L’uscita a orologeria, insomma, non è casuale e se la beneficenza si giova del core business degli attori è altrettanto vero il contrario.

Via I PETA

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa