Auto elettriche, Elon Musk chiede a Biden una Carbon Tax

Auto elettriche, Elon Musk vuole una Carbon Tax e chiede la sua istituzione a Joe Biden: il Presidente, però, ignora.

Elon Musk è sempre più convinto della necessità di introdurre una Carbon Tax, una tassa sulle emissioni sia relativa ai trasporti che alle attività produttive. E per farlo avrebbe addirittura avanzato la sua proposta all’amministrazione Biden, senza però raccogliere grande entusiasmo.

È quanto ha rivelato lo stesso CEO di Tesla in occasione di un’intervista con Joe Rogan: l’imprenditore sudafricano ritiene l’aumento della tassazione l’unico modo per convincere imprenditori e consumatori a ridurre le loro emissioni di anidride carbonica. E, sebbene anche le attività di Tesla e Space X rientrerebbero tra quelle tassate, nel medio e nel lungo periodo l’iniziativa potrebbe accelerare la transizione alle auto elettriche.

Elon Musk tra auto elettriche e tasse

Le emissioni di anidride carbonica in atmosfera rappresentano oggi una delle più grandi minacce per l’ambiente. L’aumento delle concentrazioni di CO2 è infatti responsabile dell’innalzamento della temperatura a livello globale e, non ultimo, principale fattore che alimenta il cambiamento climatico. Elon Musk sostiene ormai da anni la necessità di introdurre una specifica tassazione, almeno a livello statunitense, per stimolare tutte le attività produttive e i cittadini a operare scelte di consumo non solo più consapevoli, ma anche economicamente vantaggiose. A partire dalla transizione alla mobilità sostenibile che, per quanto non sia sempre a emissioni zero, nel lungo periodo batte il ricorso a combustibili fossili.

L’idea del CEO di Tesla è quella di alimentare un circolo virtuoso, dove tutte le attività produttive lavorino in concerto per ridurre al minimo le emissioni di CO2. A partire proprio dal settore delle auto elettriche: per quanto non producano inquinanti durante l’uso, comportano quantità considerevoli di CO2 in fase di produzione e in ricarica, se l’energia prodotta non proviene da fonti rinnovabili. Le società come Tesla potrebbero quindi impegnarsi nella compensazione dell’anidride carbonica dovuta alla fabbricazione delle vetture, mentre i fornitori di energia sarebbero stimolati a scegliere fonti verdi anziché affidarsi a carbone e altri combustibili inquinanti.

Eppure, per quanto il nuovo Presidente Joe Biden si sia presentato agli elettori come un politico molto attento alle necessità dell’ambiente, la proposta non avrebbe generato grande entusiasmo. Così ha spiegato Musk:

Ho proposto all’amministrazione Biden di implementare una Carbon Tax, ma mi hanno dato l’impressione che sia per loro politicamente troppo difficile.

L’imprenditore di origine sudafricana ha inoltre voluto specificare come la proposta non sia stata avanzata per avere vantaggi diretti sulle sue attività, poiché anche le aziende di cui è guida potrebbero rientrare nella tassazione. Musk spiega infatti come una Carbon Tax potrebbe avvantaggiare le operazioni di Tesla sia sul fronte delle auto elettriche che della distribuzione di pannelli solari. Ma, allo stesso tempo, renderebbe tutti i progetti di Space X estremamente più costosi.

Fonte: ElecTrek

Ultime notizie su MOBILITA' SOSTENIBILE

Tutto ciò che è trasporto green

Tutto su MOBILITA' SOSTENIBILE →