Economia circolare: a Caserta 2 campi di calcio coi PFU

In Campania è stato inaugurato un nuovo complesso sportivo che sfrutta il riciclo dei pneumatici fuori uso: una buona pratica di economia circolare.

L'economia circolare fa bene all'ambiente e le iniziative connesse possono avere un alto valore simbolico, come nel caso dei 2 campi in erba sintetica (di calcio e calcetto) sbocciati nel rione Vanvitelli a Caserta facendo uso di pneumatici fuori uso, opportunamente riutilizzati.

L'iniziativa trova il plauso di Sergio Costa, presente all'inaugurazione delle strutture sportive. Il ministro dell'ambiente, nella circostanza, si è espresso così: "Questi pneumatici, se non raccolti, magari li avremmo trovati in fiamme per strada". Il destino è stato diverso: "È questa -prosegue Costa- l'economia circolare che ci piace".

L'opera era prevista da un protocollo firmato nel giugno 2013 da Ecopneus, consorzio responsabile della gestione dei PFU (pneumatici fuori uso), con il Ministero dell'Ambiente, le prefetture di Napoli e Caserta e l'incaricato del Ministro dell'interno per il contrasto del fenomeno dei roghi di rifiuti nella regione Campania.

"In totale – ha spiegato Costa - in decine di Comuni tra Napoli e Caserta ricadenti nella Terra dei Fuochi sono stati raccolte 22 mila tonnellate di pneumatici fuori uso, che abbiamo poi rimesso in circolo attraverso un uso sociale. Questa inaugurazione dimostra l'efficacia del protocollo, e che lo Stato può camminare insieme agli imprenditori nella lotta agli illeciti ambientali. Ci guadagniamo tutti, dalle istituzioni agli imprenditori onesti ai cittadini".

Il protocollo ha già permesso di realizzare impianti sportivi in zone degradate del napoletano, come Scampia e il Parco Verde di Caivano. Un bel segno, che dà speranza e fiducia per il futuro.

Fonte | Ministero dell'Ambiente

  • shares
  • Mail