Seguici su

Casa

Come funziona una pompa di calore? Guida per non esperti

Aria condizionata

La pompa di calore è una tecnologia estremamente versatile, utile a riscaldare e raffrescare gli ambienti di casa e l’acqua sanitaria.

Di fondo, questi strumenti sfruttano il calore presente in natura per regolare la temperatura domestica, attraverso un sistema di compressori e scambiatori di calore.

Sempre più persone stanno optando per l’installazione di impianti che sfruttano questa tecnologia, proprio perché consente di ricavare energia utile dalla natura, in modo sostenibile ed economico.

Oltre che dalla possibilità di ottenere un risparmio in bolletta, infatti, la diffusione di questi sistemi è stata sicuramente agevolata dagli incentivi fiscali, promossi da un Governo che mira a ridurre le emissioni di carbonio e allinearsi agli standard europei dei prossimi anni.

Molti cittadini, di conseguenza, hanno optato per l’aggiornamento dei propri impianti scegliendo sistemi a pompa di calore efficienti e in grado di far risparmiare sulle bollette di luce e gas, Ma, esattamente, qual è il funzionamento di una pompa di calore per consentire di raggiungere una temperatura confortevole in casa, riducendo l’impatto ambientale e i costi energetici?

Aria condizionata

Dinamica interna delle pompe di calore

Le pompe di calore, come già accennato, sfruttano il calore normalmente presente in natura, nell’aria, acqua o suolo, per trasferirlo all’interno dell’impianto di riscaldamento o raffrescamento, attraverso un ciclo frigorifero: il sistema si basa sulla trasformazione di un fluido convettore (il refrigerante) che passa allo gassoso assorbendo calore (fase di evaporazione), viene compresso e in seguito torna alla stato liquido rilasciando calore (fase di condensazione).

Quante tipologie di pompe di calore esistono?

In linea di massima esistono diverse tipologie di pompa di calore, classificate in base al fluido con cui scambiano calore. Le più comuni sono le pompe di calore aria-aria, aria-acqua e acqua-acqua (pompe di calore geotermiche).

Come si può intuire la differenza sostanziale risiede nella fonte naturale di energia, seppure il suo funzionamento resti a grandi linee lo stesso.

Per essere più precisi e comprendere meglio la distinzione, basti sapere che i sistemi aria-aria sono quelli utili a riscaldare o raffreddare gli ambienti, mentre le pompe di calore ad acqua servono anche a produrre acqua calda sanitaria.

Come scegliere quella giusta?

La scelta della pompa di calore più idonea dipende da molti fattori. Primo tra tutti le caratteristiche dell’ambiente da riscaldare, i costi del sistema e la prossimità alle diverse fonti di calore.

Ognuna dei modelli citati, di fatto, monta una tecnologia più o meno complessa che si può adeguare o meno agli impianti già presenti in casa.

La soluzione migliore è sempre quella di rivolgersi a un tecnico specializzato che studi le caratteristiche dell’edificio e le esigenze personali, prima di optare per una tipologia precisa di pompa di calore.

Ultime novità