Un'alimentazione sana aumenta la produttività del 20%

 

Il buon senso lo ha sempre sostenuto ora lo dice la scienza con tanto di percentuali: un’alimentazione sana ed equilibrata, magari accompagnata all’esercizio fisico aumenta la produttività dei lavoratori fino al 20%. Lo studio condotto dall’Health Enhancement Research Organization in collaborazione con la Brigham Young University e il Center dor Health Research at Healthways è stato pubblicato sul Journal of Occupational and Environmental Medicine e ha riguardato un campione di 20.114 funzionari di tre diverse aziende, monitorati per un periodo di quattro anni (2008-2010).

Secondo i ricercatori i professionisti che mangiano cinque o più pezzi di frutta e che consumano vegetali quattro volte a settimana hanno il 20% di possibilità in più di essere maggiormente produttivi. Ma non finisce qui perché la produttività può aumentare di un altro 15% se alla corretta alimentazione viene abbinata mezz’ora quotidiana di esercizio fisico.

Questo studio rafforza la necessità, da parte delle imprese e degli impiegati di orientare le proprie funzioni nella direzione di un programma di gestione alimentare basato su comportamenti salutari

ha dichiarato Jerry Noice, presidente e direttore esecutivo di Hero.

La ricerca ha inoltre evidenziato una stretta correlazione fra alimentazione corretta e assenteismo: i lavoratori con una dieta sana e l’abitudine all’esercizio fisico hanno il 27% in meno di probabilità di ammalarsi rispetto ai loro colleghi sregolati e sedentari.

Il benessere viene riconosciuto, sempre più, come un’importante misura che riguarda sia la qualità della vita degli individui, sia le misure finanziarie importanti per gli imprenditori e il governo

ha concluso Carter Coberley, vicepresidente dell’Health Research and Outcomes at Helathways.

Via I Business New Daily

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail