Eating City: a Torino pranzo gratuito per tremila contro gli sprechi alimentari

Domenica 2 giugno, in piazza Vittorio Veneto, verrà allestito un pranzo per 3000 persone partendo dagli scarti alimentari derivanti dal commercio in provincia di Torino

Domenica 2 giugno non è un giorno qualunque, è il giorno della Festa della Repubblica e non è stata scelta a caso questa data per la prima edizione del pranzo gratuito contro gli sprechi. Perché la solidarietà è uno dei capisaldi fondanti dell’Italia repubblicana, così come l’eguaglianza, nello specifico quella di avere tutti quanti un piatto caldo con cui sfamarsi.

Eating City, la città che mangia, è il pranzo contro gli sprechi alimentari organizzato da Risteco, in collaborazione con Last Minute Market, Coldiretti Piemonte, Cooperativa Nanà, Festival Cinemambiente, Auchan, Smat, Amiat, Iren Energia, Istituto Zooprofilattico, Sotral, Camst, Compass Group, Agrocompany, Ecozema e Glamoo.

Il pranzo, fino a esaurimento scorte, verrà allestito in piazza Vittorio Veneto  e sarà realizzato partendo dagli scarti derivanti dal commercio alimentare (negli ipermercati e nei mercati rionali) della provincia di Torino. Si parte da un presupposto: la città mangia cibo ma anche il territorio necessario per produrlo. Da questa considerazione nasce il progetto Eating City, in cui ambiente, economia, salute e alimentazione si incontrano e si confrontano con l’obiettivo di rimettere l’uomo al centro del sistema agroalimentare.

In piazza ci sarà un talk show condotta da Patrizio Roversi con politici, imprenditori e leader sociali per parlare della Costituzione Italiana e della sua relazione con il lavoro dell’uomo, l’agricoltura e il cibo.

Sempre in piazza verrà allestito un mercatino con oltre 50 produttori locali che ospiterà anche uno stand di Libera.

La manifestazione è inserita all’interno dell’articolato programma degli Smart City Days ed è inserito nelle iniziative di Un anno contro lo spreco.

Via | Smart City Days

  • shares
  • Mail