Batterie auto elettriche: la Germania vuole una fabbrica in UE

Sia la cancelliera tedesca Angela Merkel che il suo ministro Peter Altmaier, spingono affinché nasca una fabbrica di batterie per auto elettriche in Europa. Indovinate dove.

Batterie auto elettriche

La Germania vuole una fabbrica di batterie per auto elettriche in Europa. Almeno una. Lo hanno detto oggi la cancelliera tedesca Angela Merkel e il suo ministro per l'Economia Peter Altmaier, nel corso di una conferenza stampa.

"E' chiaro che dovrà essere una impresa privata, ma saremo felici di supportarla politicamente. Crediamo che avremo maggiori risultati concreti entro la fine dell'anno" ha dichiarato Altmaier facendo capire che se ne sta già parlando in Europa, seppur sotto traccia.

La sua portavoce ha anche ammesso ciò che tutti già immaginano: "Il ministro Altmaier immagina che la fabbrica di batterie per auto elettriche nascerà in Germania. Questa è la sua speranza, ma possibilmente anche in altri paesi membri della UE".

Anche la Merkel ha ribadito alla stampa che la Germania dovrebbe lavorare con gli altri paesi UE per creare una industria europea delle batterie per macchine elettriche.

Oggi l'industria europea dell'auto in gran parte compra batterie per auto elettriche da una manciata di produttori asiatici, come le cinesi CATL e BYD o le coreane LG Chem e Samsung. Tutti questi produttori hanno un robusto programma di espansione della produzione e prevedono la costruzione di nuove fabbriche nei prossimi anni.

Tuttavia, gran parte della produzione dei giganti cinesi è destinata al mercato interno, dove la stessa BYD insieme a BAIC e altre compagnie statali o appoggiate dallo Stato stanno producendo e vendendo auto elettriche con numeri che iniziano a diventare importanti.

Ma i produttori europei di auto, in particolare i tedeschi, cominciano a far sul serio: Volkswagen ha presentato la nuova piattaforma MEB per le future auto elettriche della gamma ID., Audi ha presentato il suo primo SUV elettrico di lusso e-tron, stessa cosa ha fatto Mercedes con la EQC (che però non arriverà prima dell'anno prossimo).

La domanda di batterie per auto elettriche, quindi, sta per esplodere anche in Europa. Avere una industria europea degli accumulatori per EV non sarebbe una scelta sbagliata, ma non è affatto detto che questa industria possa competere con quella cinese e coreana in quanto a prezzi.

Il fatto che questa industria debba ruotare intorno alla Germania, piaccia o no, è quasi fisiologico visto che intorno alla Germania, oggi, ruota l'intera industria europea dell'auto.

  • shares
  • Mail