Auto ibride

IbrideParlando con amici di auto ibride mi son reso conto che c'è un po' di confusione. Cercherò di semplificare al massimo. Iniziamo con classificare le auto ibride che hanno una doppia alimentazione: benzina/elettrico o diesel/elettrico.
Continuiamo a dividere le auto ibride in serie o in parallelo.
I motori ibridi in serie funzionano così: un motore a scoppio carica le batterie che servono al motore elettrico per muovere l'auto.
I motori ibridi in parallelo invece così: entrambi i motori possono muovere l'auto alternativamente o insieme.
In tutte le auto in commercio esistono poi altri sistemi di ricarica come ad esempio il recupero di energia in frenata.

Nel primo caso il motore a scoppio lavora in condizioni ottimali e con la massima efficienza in maniera costante. Il dipartimento di Energia del politecnico di Milano dice che in questo modo si può risparmiare il 30% di carburante, il 20% con i sistemi in parallelo che sono però più piccoli e potenti.
Le emissioni nocive si riducono in questi motori del 50%.

Gli sviluppi futuri prevedono l'uso di batterie al litio, uno sviluppo degli ibridi diesel (soprattutto per il mercato europeo). Con l'aumento di utilizzo di combustibili nuovi come l'etanolo e il biodiesel si prevede un futuro ricco di novità.

[via Quark n°71 (ultimo numero)]

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: